Mädchen Wagner

waterhouse-hylas-and-the-nymphs-manchester-art-gallery-1896

Hylas and the Nymphs; J.W. Waterhouse; Manchester Art Gallery; 1896

 

Fremo nel guardarti

contro vento,

la fiamma emana dall’aura

posta intenzionalmente

in rivoltosa riscossa

come involucro di potere,

 

sciolte le ultime catene dell’ignoto,

pallida la volta celeste,

l’influsso del diadema dell’aria

è belva sul tuo corpo impressa

e dominata.

 

La valida sordina

incute timore,

amplifichi con grazia

il rimando sonante del tuo cuore,

ed è un’ armonia celeste

improvvisa,

 

su spiagge le candide sfere

luccicano

e l’estasi del logos

è resa manifesta

dalla tua lingua perversa.

Ti elevi nel godimento

e sfogli il senso delle lettere

singole che logicamente

implicano strettamente

o negano amorevolmente

il barlume del tuo magico silenzio.

 

Occorrerebbe saltare

in giubilo scostante

l’eterna communitas astrale

e ginestriana in comunione

col sapore vitale

della tua furbetta ed edonistica

congiunzione carnale.

 

In preda all’incoscienza consapevole,

gemma di bacco,

sulle tue labbra il tepore.

 

Pullula il cardigan

e scrolla il decolleté,

lo sguardo lancia saette,

il rombo dell’intrusione,

è un sollievo l’invasione impostata,

stendi sul piano le tue carte migliori.

 

Mia indomita ragazza,

percorri pure le soffuse

storie saltellando di rigo in rigo,

 

mia indomita ragazza,

continua.

 

Il chiaro ci invase

ed accrebbe il tuo karmico

sorso intenso ed interdetto,

la punta della cresta intorniò

i trambusti di rame,

le scaglie ed i selciati, gli archi

trionfanti e i semicerchi residui

di battaglie ci raccontano storie

permeate di sollazzi mai abbandonati.

 

Le foglie ormai sono assenti,

ma il declino di questo febbraio

ottobrino

è un presentimento,

un pentimento

e un portento deluso.

 

Mädchen Wagner,

il buio è in te,

l’ultima spoglia spirituale

solleva il manto stellare,

il futuro a due passi

impresso nel tuo tema natale,

l’antropologico senso,

poi di nuovo l’iniziale

espansivo fermento

 

ed io muto fremo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...