Sospiro ancestrale

Charles Amable Lenoir;  To the Return of Times Lost

Charles Amable Lenoir; To the Return of Times Lost

La descrizione di te
è catturar l’immagine
di un attimo impellente,

d’accordo, d’accordo, divago,

ma con un paio di parole
sembra già tutto più chiaro.

Puoi stendere le gambe
e riscaldarmi col fiato,
col tuo corpo, col tuo vento,
l’abbraccio già mi fa sobbalzare
e lento ti scopro,

che virtù la tua apparenza,
domina su tutto, la tua seduzione
è un sentire i tuoi capelli
quando sei distesa sul mio volto.
Mormori albeggianti fianchi
provocanti e ad ogni sussulto
alimenti il mio tumulto,

quindi desumo
dal brivido fibrillante della tua lingua
un fruscio di sensi e le labbra
perverse assaporate come ciliege etiliche.
Poi sfiori il mio naso ed inspiri,

vuoi prendere il fiato e reggere
capiente il bacio contenente,
un magnetico incrocio attraente,

ormai sono scoperti i gemiti,
profondi i gaudenti lamenti,
sfoggi la tua coda migliore
e riarricci le parole.

E non c’è vita che non sia plasmata
dalle tue dita, non c’è dolore
che sgorghi se più forte
stringerai questo mio corpo
adibito a prisma caro alle carezze
estroverse in ondulazione fremente.

Ed espandi questo irto barlume trafitto,
d’altronde se condisci con le note
una sensazione
l’armonia stellare ci unisce
in conclusione

e con i fremiti svanisce ogni pudore.

Adesso lo sai,
un’altra boccata della tua essenza
provocante e pura,
faccetta del quarto cerchio angelica
dallo sguardo stuzzicante
e dalla natura magica.
Ora mi copri la bocca con le dita,

poi le spogli di petali
e la sfiori con la tua,
il bello deve ancora cominciare,
vai con il ritmato micidiale,
colla guancia sul guanciale,
infiamma l’altra ed ardi me

poi chiudi gli occhi.
E getti all’aria le palpitazioni
e le illusioni,

il mondo si inchina ai nostri voleri,
siamo noi l’universo e il nulla,
il vuoto e il tutto,
l’infinito e l’ignoto.

Dai è il momento di tacere
perché di ciò che c’è in noi
nessuna metrica
né nota né segno né simbolo
può descrivere lo sai già
ciò che percepiamo
è esso stesso sospiro ancestrale,
essenza divina,
scintilla primordiale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...